logo_minambiente

ANALISI DELLA SOSTENIBILITÀ DELLA PRODUZIONE DI UN’INDUSTRIA DELL’AGRO NOCERINO-SARNESE: AREA A FORTE EMERGENZA AMBIENTALE

PROGRAMMA NAZIONALE PER LA VALUTAZIONE DELLA’IMPRONTA AMBIENTALE

 

Progetto co-finanziato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare





La società ATTIANESE S.p.A., da sempre a favore della tutela dell’ambiente, si impegna concretamente per sostenere interventi atti a ridurre l’impatto ambientale legato alla propria attività.

 
Ed è in quest’ottica di qualità che la società si è impegnata a partecipare al progetto della comunicazione delle prestazioni ambientali del prodotto pomodoro pelato, promosso dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

 

L’obiettivo del progetto è quello di valutare le emissioni di gas serra totali (GHG), attraverso la Carbon Footprint, correlata alla produzione di pomodoro pelato, nei formati 400 g e 2550 g, in banda stagnata.
Tale obiettivo è stato raggiunto monitorando il processo produttivo su due anni (2012 e 2013).
Pomodoro pelato 400g

Pomodoro pelato 2550g

Metodologia utilizzata

 

La Carbon Footprint ci consente di avere informazioni sull’impatto climatico del prodotto attraverso la somma della CO2  emessa dal prodotto lungo la filiera di produzione, al fine di poter ridurre sensibilmente l’emissione specifica di CO2.

La quantificazione della carbon footprint è stata effettuata in accordo con la norma internazionale ISO/TS 14067:2013 “Carbon Footprint of Products”, utilizzando la norma ISO 14040 come base metodologica per lo studio.
Lo strumento di calcolo utilizzato per ottenere il contributo delle fasi del processo è il software SIMAPRO8. Per l’esattezza le banche dati che sono state utilizzate sono quelle presenti nel software SimaPro8 tra cui: Ecoinvent 3, LCA Food DK oltre a studi italiani.

La quantificazione delle emissioni di gas ad effetto serra ha preso in esame il ciclo di vita del prodotto a partire dal pomodoro coltivato in campo fino all’uso da parte del consumatore (from cradle to grave), calcolando anche i contributi dati dalla gestione dei rifiuti sia lungo la filiera che in fase di fine vita. (metodologia Life Cycle Assessment –
LCA).

LIFE CYCLE ASSESSMENT (LCA)

ANALISI DEL CICLO DI VITA

Con questa metodologia si calcolano le emissioni che si realizzano durante tutto il ciclo di vita del prodotto. Il risultato di questa procedura è detto Carbon Footprint, ossia impronta di carbonio.


Per le nostre due unità funzionali abbiamo:


Anno di riferimento

2012/2013

 


Global warming (GWP100a) Kg CO2 eq per kg di prodotto

2,965

 


Unità Funzionale

Calcolo CO2 eq (kg)

Pomodoro Pelato 400gr

1,186

Pomodoro Pelato 2550gr

7,565

 Valore percentuale delle emissioni nelle principali fasi del ciclo di vita.

Pomodoro pelato 400g

Fase

%

Upstream-process

7,8

Core-process

84,1

Downstream-process

8,1
 Pomodoro pelato 2550g

Fase

%

Upstream-process

7,8

Core-process

84,1

Downstream-process

8,1

Numerosi sono gli interventi da attuare per ridurre le emissioni:

Down-stream process:
  • Utilizzo di tecniche di coltura che abbiano un impatto minore sull’emissione di CO2
  • Utilizzo di semi che necessitano di minor trattamenti da fitofarmaci
  • Diversificazione della produzione

Core-Process:

  • Ricerca di fornitori qualificati più vicini all’azienda
  • Sostituzione della scatola di cartone con imballaggio termoretraibile
  • Interventi per la riduzione dei consumi energetici

Up-stream process;

  • Uso di forme alternative di trasporto da sostituire a quello su gomma (trasporto su rotaia)
  • Sensibilizzazione dell’utente finale al corretto utilizzo del prodotto
  • Sensibilizzazione dell’utente finale sulla corretta gestione dei rifiuti

Emissioni residue


Global warming (GWP100a) Kg CO2 eq per kg di prodotto

2,81

 


Unità Funzionale

Calcolo CO2 eq (kg)

Pomodoro Pelato 400gr

1,124

Pomodoro Pelato 2550gr

7,165

Etichette:


et2et1